PROGRAMMA 2022

25 giugno 2022

EL ANGEL ROJO

“A passionate and fascinating journey”
Dalle ore 21.00

“EL ANGEL ROJO è un progetto acustico che propone un coinvolgente viaggio basato sul suono raffinato ed energico di Stefano Silenzi, musicista, compositore che annovera collaborazioni internazionali, autentico mago della chitarra, e la voce intima e leggera di Angela Rossetto. Classici blues, soul, latin, jazz e folk arrangiai con raffinatezza per chitarra e voce.”


 

24 giugno 2022

PAOLO BENVEGNÙ

“dell’odio dell’innocenza”

Produzione spettacolo Officine della Cultura

 


Paolo Benvegnù è un chitarrista e cantautore italiano. Anche Mina, ha reinterpretato una sua canzone “Io e Te”; i suoi brani sono stati cantati anche da Irene Grandi (È solo un sogno), Giusy Ferreri, Marina Rei (Il mare verticale). Paolo Benvegnù è stato il chitarrista cantante fondatore degli Scisma, imprescindibile gruppo alternative- rock italiano ormai sciolto, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi su etichetta Parlophone- EMI. Dopo lo scioglimento, Paolo Benvegnù inizia nuove collaborazioni e diventa uno dei quattro cantanti del Presepe Vivente, spettacolo di e con David Riondino e Stefano Bollani. Instaurato un forte legame con la scena artistica di Firenze, Benvegnù costruisce un proprio studio di registrazione a Prato e, parallelamente alla nuova carriera solista, inizia quella di produttore artistico con tantissimi album lavorati, tra i quali Perturbazione, Terje Nordgarden e Brychan. Il brano di Paolo “È solo un sogno” viene inserito da Irene Grandi nel suo album del 2003, ed è stato anche incluso nel successivo “Best Of” di Irene in una versione live registrata con Stefano Bollani. Nello stesso periodo Paolo Benvegnù stringe un accordo con le label toscane Santeria e Stoutmusic che pubblicano il suo primo album solista “Piccoli Fragilissimi Film”. A fine 2007 Paolo Benvegnù pubblica un nuovo EP sulla propria nuovissima etichetta “La Pioggia Dischi”, intitolato “14-19”. il disco crea grande attesa per il nuovo album “Le Labbra”, che esce a febbraio 2008 con distribuzione Venus.
A inizio 2009, Benvegnù prende parte al progetto/compilation “Il Paese è Reale” degli Afterhours, con il brano “Io e il mio Amore”. Il 3 aprile esce l’ EP di Paolo Benvegnù intitolato “500” e lanciato dal singolo “Nel Silenzio”, prodotto da Fabrizio Barbacci (Ligabue, Roy Paci) ed il tour porta Paolo al Primo Maggio a Roma, sul main stage di Italia Wave per concludersi a dicembre 2009 al Circolo degli Artisti di Roma, con Dissolution, il memorabile concerto divenuto nel giugno 2010 un disco dal vivo omonimo che ha dato luogo a un fortunato tour nazionale di oltre venti date nelle principali città italiane.
Nel maggio 2010 Mina esce con il suo nuovo cd “Caramella” nel quale reinterpreta un brano di Benvegnù “Io e te” contenuto nel primo disco da solista “Piccoli fragilissimi film”. Paolo Benvegnù riceve al MEI il premio come miglior solista dell’anno, Premio Italiano Musica Indipendente 2011 (PIMI). Con il suo Hermann Tour partecipa a numerosi eventi di grande prestigio, tra cui La Repubblica delle idee a Bologna, Suo.na a Napoli al Maschio Angioino, “Roma Rock” in apertura ai Cure e partecipa come ospite anche al Premio Tenco al Teatro Ariston di Sanremo e al Premio PIMI al Teatro Kismet di Bari. Nel 2012 collabora con Marina Rei come coautore e cantante nel brano “I fiori infranti “, contenuto nel disco della cantante romana e partecipa alla compilation Tributo a Ivan Graziani con la canzone “Olanda”. Nell’Ottobre 2014 esce Earth Hotel per l’etichetta Woodworm Music, distribuito da Audioglobe. Nel 2015 firma, con Michele Pazzaglia, la sigla del programma “Decanter” di Rai Radio2. Sempre nel 2015 pubblica, con gli Scisma, l’EP di inediti “Mr.Newman” (Woodworm Label), a cui segue un minitour di quattro date, tutte sold out.
Il 3 marzo 2017 esce il suo nuovo disco, “H3+”, seguito da un lungo tour. Il 2018 lo ha visto nuovamente al fianco di Marina Rei nel tour di “Canzoni contro la disattenzione” e con Nicholas Ciuferri nella genesi del progetto “I Racconti delle Nebbie”. Nato come serie di reading-concerti, “I Racconti delle Nebbie” è uscito a marzo 2019 sotto forma di raccolta di narrazioni musicali pubblicata da Woodworm. All’inizio del 2019 è entrato a far parte della famiglia di Blackcandy Produzioni di Firenze. Il suo nuovo album dal titolo “Dell’odio dell’innocenza” (Blackcandy Produzioni) è disponibile in cd, vinile e sulle piattaforme digitali dallo scorso marzo. Dal disco sono stati estratti due singoli “Pietre” e “La nostra vita innocente”, accompagnati entrambi da videoclip.

Con la nuova formazione:

  • Paolo Benvegnù chitarra e voce
  • Luca Roccia Baldini basso, pianoforte, voce
  • Gabriele Berioli chitarra
  • Saverio Zacchei trombone
  • Daniele Berioli batteria

25 giugno 2022

DHE SALVO NIGHT

Concerto in ricordo di Orazio De Salvo
Dalle ore 21.00

Orazio De Salvo è stato uno dei musicisti trevigiani più popolari e richiesti dalla fine degli anni 60 in poi. Di forte personalità e dal carattere esuberante, Orazio si divertiva e faceva divertire, era veramente uno che sapeva “cogliere l’attimo” e vivere intensamente.

Autodidatta, ha vissuto e praticato tutti i generi musicali più popolari, dai suoi esordi con il beat, il rock passando per il prog, il blues fino al latinoamericano.Il suo modo di suonare la batteria, istintivo e potente, ha contribuito a creare il sound ritmico di gruppi come Le Impressioni, i Barracuda, Tolo Marton Band, The Salvo Blues Band, Bella Blues Band e la house band del Nilo Blu. De Salvo è stato la scansione del tempo di Tolo Marton, di Guido Toffoletti che gli ha consentito di dividere il palco con personaggi come Alexis Korner e Jorma Kaukonen, di Willy Mazzer e Adriano Vettore. Famosa era anche la sua abilità di artigiano dalle mani sapienti, poteva indifferentemente fare il liutaio o il posatore di cartongesso sempre con ottimi risultati. Il suo camper l’aveva ricavato da un normale furgone realizzandolo integralmente sin nei minimi particolari permettendo confortevoli trasferte nei tour come ricordano bene tutti i musicisti delle sue band.

Dopo la musica il grande amore di Orazio era il mare, un amore che praticava salpando con la sua imbarcazione, a tempo più o meno determinato, verso lidi più o meno conosciuti. In questo concerto molti dei musicisti che hanno suonato con lui gli renderanno omaggio ripercorrendo la sua carriera di batterista in senso cronologico a partire dagli esordi fino alla prematura scomparsa. Sul palco, a rappresentare tutti i musicisti che hanno suonato con Orazio: Claudio Baston, Francesco Boldini, Paolo Borin, Paolo Callegaro, Bepi De Bortoli, Valentina Lovisa, Massimo Fantinelli, Leonida Ghedin, Gigi Golfetto, Memo Grespan, Tolo Marton, Francesco Mazilli, Willy Mazzer, Alberto Negroni, Paolo Podda, Dario Sgobaro, Loris Veronesi, Raffaele Versace, Ciccio Viola, Carlo Zardini.

26 giugno 2022

ORCHESTRA REGION A LE FILARMONIA VENETA

Simphonic QUEEN
Dalle ore 21.00

Una Suite in più tempi tratta dalle melodie più famose dei QUEEN reinterpretate dalla voce di Laura Ivan.
Un prologo strumentale introduttivo creerà un magico collante classico – rock con arrangiamenti per band e grande orchestra sinfonica. In anteprima sarà presentato “Time Waits For No One”il brano inedito del leggendario Freddie Mercury seguiranno: Radio Ga Ga – The show must go on – Bohemian Rhapsody – Love of my life – We Will Rock You – Crazy Little Thing Called Love Don’t Stop Me Now – I Want to Break Free – We are the champions Somebody to Love e molti altri.

  • Laura Ivan voce solista
  • Walter Bertolo coordinatore archi ~ fiati ~ band
Share:
Copyright Denis Donadel 2019. All right reserved

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi